mercoledì 20 febbraio 2019

Sicurezza e propaganda

Invece delle polemiche, chiediamo maggiore coordinamento 

Assistiamo a una bizzarra proposta del candidato Sindaco della Lega ex Nord e della Buona Politica sulla sicurezza a Lugo.

La Lega esprime il Ministro dell’Interno, il massimo responsabile della sicurezza e cosa propone il suo candidato Sindaco di Lugo? Di istituire l’Assessorato alla Sicurezza!

Il Comune di Lugo dispone al massimo della Polizia Municipale (anzi no, il servizio è passato all’Unione!), mentre il ministero a guida leghista dispone di Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Polizia Penitenziaria, Polizia Stradale. E in ogni territorio è già presente un Prefetto, il rappresentante del Governo, che già ha la possibilità e il dovere di coordinare l’azione delle forze dell’ordine sul territorio.

martedì 19 febbraio 2019

Autonomia regionale differenziata: i perché di un no

La proposta di autonomia regionale differenziata avanzata dalla Regione Emilia-Romagna, votata in Consiglio Regionale da PD, Sinistra Italiana, MDP e con il voto di astensione di Lega, M5S, FI, FdI, Mns, Altra ER, vede al contrario il NO convinto dei Verdi.

La Regione chiede la gestione diretta e con risorse certe di 15 competenze in aree strategiche: politiche per il lavoro, internazionalizzazione delle imprese, ricerca e innovazione, istruzione, sanità, tutela dell'ambiente ed ecosistema, relazioni internazionale e rapporti con la UE, agricoltura, acquacoltura, protezione della fauna e attività venatorie, cultura e spettacolo, sport. Materie, quelle di evidente interesse nazionale ed europeo, non riconducibili a competenze esclusive regionali.

sabato 16 febbraio 2019

Ecologia e politica

Il coraggio di agire. Costruiamo a Lugo una lista ecologista

"Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare. Ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare". Giovanni Falcone

Il movimento ecologista è da sempre portatore di istanze forti e dirompenti, ma non ci si può fermare alla sola contestazione e alla seppur lecita e valida proposta. Occorre impegnarsi in prima persona per cambiare e far evolvere la società che ci circonda.
Gli appelli degli scienziati, soprattutto in merito ai mutamenti climatici, ci fanno capire che non abbiamo ancora molto tempo, stiamo modificando l'ecosistema planetario e le conseguenze saranno gravissime per tutti.

martedì 12 febbraio 2019

Smog oltre i limiti

I divieti non bastano: serve un piano strutturale per energie pulite e rinnovabili

In italia muoiono prematuramente per inquinamento dell'aria 87.000 persone (European Environment Agency), e l'area più a rischio è la pianura padana.

In questi giorni di fronte all'ennesimo sforamento dei limiti dello smog scattano i divieti.

Nel frattempo il Presidente della Regione si adopera per difendere a spada tratta le trivelle in Adriatico e in terraferma, peraltro non messe in pericolo dalla norma approvata dal Governo che sospende solo le ricerche.

domenica 10 febbraio 2019

Serata su cambiamenti climatici con Vittorio Marletto


Abbiamo ancora 12 anni di tempo, è ora di muoversi! Incontro pubblico a Lugo 
Gli esseri umani in questo momento sono un po’ come un ingenuo boscaiolo che se ne sta appollaiato sul ramo che sta segando, proprio dalla parte destinata a cadere. Intento com’è nel suo lavoro, non si rende conto del pericolo imminente da lui stesso causato.
Noi stiamo immettendo in atmosfera enormi quantità di sostanze climalteranti, la CO2 prima di tutte, e malgrado i moniti e gli appelli lanciati da anni dagli scienziati e i segnali che anche il pianeta ultimamente ci sta lanciando, ignari perseguiamo nei nostri intenti.
Eppure il 2018 è stato il 4° anno più caldo sempre e in testa alla classifica troviamo il 2016, il 2015 e il 2017. Il 2018, comunque, è stato il più caldo per l’Italia. 9 su 10 delle estati più calde di sempre sono successive al 2002.

domenica 27 gennaio 2019

Appello per le energie rinnovabili

Per la presentazione di una lista VERDE e autonoma alle elezioni comunali di Lugo

In questi cinque anni, pur essendo fuori dal Consiglio Comunale, dopo aver presentato una lista autonoma con il nostro candidato Sindaco, siamo sempre stati presenti con proposte e critiche sui principali problemi del nostro Comune.
A differenza di gruppi politici presenti in Consiglio Comunale che sono stati per lo più silenti, assenti e inoperosi noi siamo intervenuti costantemente con le nostre critiche e le nostre proposte.
A volte ottenendo risultati. A volte rimanendo l'unica voce critica.
Sul tema ospedale e AUSL della Romagna, dopo una nostra campagna per mantenere la terapia intensiva, senza la quale non esisterebbe un ospedale, abbiamo visto un risultato se pur parziale. Mentre sulla trasformazione di Villa Maria Cecilia in Istituto di ricerca con fondi pubblici siamo rimasti soli.

mercoledì 23 gennaio 2019

Qualcosa, là fuori

Recensione del romanzo di fantascienza ecologista Qualcosa, là fuori di Bruno Arpaia.
Il sottogenere sopravvissuti rappresenta uno storico filone della fantascienza nel quale un evento di vario genere ha devastato il nostro pianeta e i pochi fortunati o sfortunati rimasti in vita cercano di sopravvivere come possono, non solo in un ambiente ormai ostile, ma dovendo anche fare i conti con un'umanità degenerata.
Non sempre, però, la causa della distruzione del pianeta risulta così centrale come nel romanzo di Arpaia. In genere si tratta solo di un espediente per giustificare un'ambientazione post apocalittica e invece qui diventa oggetto fondante della trama.
Il protagonista è Livio, un anziano ex professore e ricercatore di neuroscienze che, all'interno di una carovana di migliaia di disperati, sta risalendo a piedi l'Italia e poi l'Europa ormai devastate e desertiche, con l'obiettivo di raggiungere i paesi scandinavi, gli unici Stati europei di questo pianeta Terra terribilmente surriscaldato dai cambiamenti climatici, in cui sia ancora possibile condurre una vita accettabile.
Continua sul blog Idee Sparse

giovedì 17 gennaio 2019

Matrix, omessi alcuni inquinanti


Non avendo in mano il documento conclusivo del monitoraggio effettuato dal CNR sull'inquinamento prodotto dallo stabilimento Oda per la produzione del Matrix è difficile fare una disamina puntuale su di questo.
Vanno comunque ribaditi alcuni concetti a suo tempo sollevati su tale monitoraggio.
Sono stati omessi nella ricerca alcuni inquinanti come cromo, cromo esavalente, alluminio e mercurio presenti sia nelle ceneri che nel prodotto finito, il Matrix, come Oda medesima dichiara nella scheda tecnica.
Per quanto riguarda le polveri fini si è preso in considerazione solo la frazione più grossolana, i PM 10, e non quella ultra fine, i PM 2,5, la più pericolosa.

giovedì 10 gennaio 2019

Sciacalli ad Amatrice


Circola su Facebook e in generale in Internet questa foto, accompagnata da questa frase: "Adesso che i buonisti sono felici x l’approdo e il salvataggio di 49 sconosciuti … adesso che non schiumano più rabbia … Ditegli che ci sono dei nostri fratelli sotto la neve, in casette fornite dai governi precedenti che cadono a pezzi … fratelli che sono nati qua, che hanno contribuito alla crescita di questo paese, che hanno radici talmente profonde e amore per la propria terra, da non averla voluta abbandonare … spero che questo governo si occupi di questi fratelli. Di quaraquaqua ne abbiamo già avuti abbastanza."

E' vero, ad Amatrice in questi giorni ha nevicato e sta nevicando, tanto che il Sindaco ha disposto la chiusura delle scuole per il 10 gennaio.