domenica 4 dicembre 2022

Ci ha lasciato Mauro Bovoli


I verdi di Lugo e della Romagna Estense esprimo il loro cordoglio per la morte del loro compagno e amico Mauro Bovoli.

Lughese legato alle sue radici, storico di storia locale della Romandiola, termine da lui promosso insieme a quello di Romagna Estense.
Animatore dei primi cineforum al cinema S. Rocco. 
Tra i fondatori della Lista Verde, ora Europa Verde/Verdi Lugo, fin dai primi anni ottanta e più volte candidato e attivista.
Fino all'ultima campagna elettorale per le amministrative di Lugo, quando partecipò a un dibattito per una economia sostenibile del nostro territorio.
Attivo anche nell'Università Popolare di Romagna con i suoi studi e le sue pubblicazioni. 
Insegnante a Ferrara e poi pensionato e studioso.
Mancherà  la sua cultura e la sua disponibilità e gentilezza di uomo mite ma determinato a perseguire gli ideali ecologisti


sabato 5 novembre 2022

Risparmio energetico a Lugo e in Bassa Romagna


Approvate le linee guida sul risparmio energetico. Seppur sull'onda del problema del costo dell'energia e non dell'emergenza climatica, la direzione intrapresa è quella giusta

Il Comune di Lugo, così come tutti i Comuni della Bassa Romagna, nonché l’Unione dei Comuni hanno recentemente approvato o stanno approvando delle linee guida interne per il risparmio energetico da attuare già da inizio novembre e valide, salvo proroghe, fino a primavera.

Queste linee guida, con qualche differenza fra ente ed ente, contengono delle misure che vanno, ad esempio, dalla riduzione dell’illuminazione pubblica, pur garantendo i necessari standard di sicurezza pubblica concordati con la Prefettura, alla riduzione delle temperature negli uffici, razionalizzando anche gli spazi da scaldare e garantendo comunque le condizioni di benessere dei lavoratori. Oltre alla promozione di buoni comportamenti per il risparmio energetico fra il personale. Tutto questo si unisce a misure strutturali messe in campo in questi anni, come, ad esempio presso il Comune di Lugo, la sostituzione delle lampade dell’illuminazione pubblica con lampade led a minor consumo.

sabato 8 ottobre 2022

Lupi in Bassa Romagna


Non facciamoci prendere da facili allarmismi, la presenza del lupo è una buona notizia

Si resta perplessi leggendo le dichiarazioni di Coldiretti riguardo ai lupi, quando si parla di “contenere questo sovraffollamento faunistico”. Dovremmo forse uccidere una specie protetta? I principi di biologia che si insegnano alle scuole medie spiegano che le popolazioni animali sono formate da prede e da predatori. Ce lo siamo già dimenticati? Il numero delle une e degli altri resta quasi sempre in equilibrio; se ciò non accade, lo si deve a qualche danno che abbiamo procurato all’ecosistema. Inoltre, quando si discute di grandi predatori come il lupo, sarebbe bene affidarsi ai fatti. Così, come non bisogna trasformarsi in virologi dell’epoca Covid, non si possono nemmeno indossare i panni degli zoologi. Occorre anche chiedersi se sia sempre colpa dei lupi. Non è la prima volta che, dopo gli allarmismi iniziali, si scopre che determinati attacchi sono stati compiuti da cani randagi e rinselvatichiti e non da lupi, come il recente caso di un ciclista azzannato a Ferrara.

venerdì 30 settembre 2022

Aree pedonali e ZTL



A partire da sabato 1° ottobre cambierà la modalità di accesso alle principali piazze del centro storico di Lugo, grazie al nuovo provvedimento di pedonalizzazione ed ampliamento delle zone a traffico limitato (ZTL).

Fino ad oggi abbiamo avuto delle aree chiuse al traffico, che, per svariati motivi, durante la giornata vedevano circolare innumerevoli mezzi, spesso anche a velocità pericolose.

Finalmente le aree chiuse al traffico diventeranno realmente e concretamente aree pedonali, con orari ristretti per il carico/scarico delle attività commerciali, un po’ come avviene in molte città italiane ed europee.

venerdì 16 settembre 2022

Portiamo il cinema all'Auditorium


È notizia di questi giorni che il cinema San Rocco, ormai ultimo cinema della città,  non riaprirà più, almeno non riaprirà prossimamente. Dopo la chiusura negli anni di tutte le altre sale, prima il Venturini, poi l'Astra e infine il Giardino, solo il piccolo cinema parrocchiale San Rocco sembrava resistere e continuare a proporre pellicole di qualità. Vuoi l'avvento delle multisala, vuoi la crescente diffusione delle TV on demand e delle piattaforme streaming, vuoi la pandemia e ora l'aumento esorbitante delle bollette energetiche, purtroppo anche il San Rocco, ultimo baluardo del cinema a Lugo, ha alzato bandiera bianca.

Purtroppo in questo modo la città perde un servizio, ma cogliamo l'occasione per ringraziare i volontari che per tanti anni hanno tenuto duro, permettendo al San Rocco di rimanere aperto.

Ora, però, è il momento di cercare soluzioni alternative.

martedì 11 gennaio 2022

Ripristiniamo il punto nascita dell’ospedale di Lugo


È tornata in questi giorni all’attenzione di tutta la cittadinanza della Bassa Romagna la questione del punto nascita dell’ospedale di Lugo.

Dopo anni di depotenziamento del nostro ospedale deciso dal servizio sanitario regionale, l’esplosione della pandemia Covid ha fatto rivedere molte scelte e il grande contributo dato dal nosocomio lughese, che durante la prima fase dell’emergenza fu trasformato in ospedale Covid, ha rivalutato la funzione e l’importanza degli ospedali del territorio.

sabato 27 novembre 2021

Romagna fossile


Tutti parlano di transizione ecologica, ma in Romagna si continua a estrarre metano

In queste notti sono iniziate le trivellazioni del giacimento Longanesi della Gas Plus fra Lugo e Bagnacavallo.

Si tratta di un giacimento scoperto e autorizzato decenni fa e che da oggi inizierà a essere sfruttato. Un giacimento di grandi dimensioni che potrebbe alimentare la domanda dell’area di Lugo per circa un decennio. Non a caso la Gas Plus, compagnia petrolifera emiliano-milanese, proprio grazie a queste attività ha appena guadagnato in borsa un 10,09%. Tutti contenti, insomma.

Non proprio.

Da un lato gli scienziati, climatologi e non, di tutto il mondo ci dicono che dobbiamo smettere di bruciare combustibili fossili e dedicare tutte le nostre risorse impiegate nell’energia verso verso le fonti rinnovabili, ma dall’altro gli enti, malgrado le roboanti dichiarazioni in cui come un mantra parlano di transizione ecologica, continuano a sostenere le fonti fossili. Perché sì, parlare di transizione ecologica va di moda, la nostra Regione le ha anche dedicato un inutile assessorato, ma nessuno tocchi le fonti fossili!

giovedì 8 aprile 2021

Ospedale di Lugo: passi significativi per il rilancio e l’autonomia


È del febbraio scorso la notizia della decisione dell’AUSL della Romagna di ridare all’Ospedale di Lugo una propria autonomia, con un percorso che sarebbe iniziato con la nomina di un direttore sanitario e sarebbe proseguito con il ripristino della piena funzionalità della struttura.

Oggi iniziamo a vedere i primi passi di questo percorso, con l'affidamento del progetto di ampliamento del Pronto Soccorso e l’aumento dei posti letto della Terapia Intensiva, con la nomina del direttore sanitario e di primari delle unità operative di Anestesia e Rianimazione, Chirurgia, Ortopedia e Traumatologia. L'Ospedale di Lugo ritroverà finalmente la sua autonomia e il suo rilancio dopo anni di continui depotenziamenti.

giovedì 25 marzo 2021

Spostiamo l’antenna di Via Varolo a Fusignano



Il progetto di installazione di un’antenna di telefonia mobile in Via Varolo a Fusignano rischia di deturpare l’area naturalistica della “Cava ex fornace”

Da alcuni giorni tiene banco sulla stampa e fra l'opinione pubblica di Fusignano la questione dell'installazione di un'antenna di telefonia mobile in Via Varolo, da parte della compagnia Iliad, in prossimità dell'area naturalistica "Cave ex fornace". Purtroppo l'informazione si è diffusa quando ormai i giochi erano quasi fatti e l'accordo per l'installazione era stato trovato, tuttavia forse tutti i soggetti coinvolti possono ancora fare un passo indietro.

mercoledì 24 febbraio 2021

Non fossilizziamoci!


Webinar sull’impianto di stoccaggio di CO2 di Ravenna

Ormai già da mesi ENI ha annunciato l’intenzione di voler realizzare a Ravenna un impianto di stoccaggio della CO2 di portata nazionale, nonché il più grande del mondo. Dopo un annuncio dato addirittura dall’ex Presidente del Consiglio Conte, si era tentato di far rientrare il progetto nel Recovery Plan che poi è stato successivamente stralciato. Ma pare che il progetto resista.

Malgrado questo progetto sia destinato ad estrarre CO2 dall’atmosfera per immagazzinarla in giacimenti di gas in via di esaurimento al largo della costa ravennate, riteniamo che si tratti di un investimento comunque sbagliato. La transizione energetica non deve essere solo di facciata, ma deve essere concreta e non può esserlo se non abbandoniamo definitivamente i combustibili fossili e dedichiamo tutti gli sforzi possibili al risparmio energetico e allo sfruttamento delle fonti rinnovabili.

Ne parliamo in un webinar in diretta Facebook giovedì 25 febbraio, alle ore 20.30, con Vincenzo Balzani (chimico, professore emerito dell’Università di Bologna), Vittorio Marletto (coordinatore del comitato scientifico di Europa Verde Emilia-Romagna), Silvia Zamboni (consigliere regionale Europa Verde Emilia-Romagna) e Paolo Galletti (coportavoce Europa Verde Emilia-Romagna).

È possibile accedere alla diretta Facebook tramite le pagine di Europa Verde di Ravenna e dell’Emilia-Romagna (facebook.com/VerdiRavenna e facebook.com/FederazioneVerdiEmiliaRomagna).