giovedì 21 maggio 2009

Sosteniamo i Verdi di Lugo

A giugno 2009 a Lugo si voterà per il rinnovo del Consiglio Comunale e per la Giunta dove oggi i Verdi sono rappresentati da un consigliere, Gian Luca Baldrati, e dall'assessore all'ambiente Fausto Bordini. La loro presenza, grazie al voto dei lughesi quattro anni fa, ha portato importanti risultati per la vita della nostra città.
Un aumento del verde pubblico e la piena fruizione dei parchi con la sistemazione del Parco del Tondo e, soprattutto, la piena realizzazione del Parco del Loto, lavori culminati con la redazione del Regolamento Comunale del Verde che tutela in particolar modo gli alberi, patriarchi del nostro territorio.
La richiesta a Regione ed Unione Europea di istituire le prime aree naturali protette nel territorio comunale a ridosso della città (Oasi del Loto ed ex-Fornace Gattelli) ed in campagna (Podere Gagliardi, Santerno, maceri di Voltana e Canale dei Molini).
L'aumento della dotazione di piste ciclabili (in particolar modo lungo il circondario e in alcune frazioni) e la realizzazione di un progetto comprensoriale che prevede una rete ciclabile diffusa in grado di collegare i diversi comuni tra loro.
La realizzazione dei percorsi sicuri casa-scuola.
Il potenziamento del Mercabus.
L’adesione all’ICBI per i contributi ai privati per trasformare le auto a metano.
La progettazione, e la realizzazione del primo lotto, della pista cicloturistica del Canale dei Molini.
L'attenzione al risparmio dell'acqua, e il relativo progetto realizzato dal Comune, che ha visto la nostra città ricevere una menzione speciale al concorso nazionale “Premio Pianeta Acqua” nell’ambito del “Forum Nazionale sul risparmio e la conservazione della risorsa idrica”.
La sistemazione in tutti gli edifici residenziali pubblici, negli uffici comunali, negli impianti sportivi e nelle scuole comunali dei riduttori di flusso e dei temporizzatori che consentono fino a un 50% di risparmio idrico.
La raccolta differenziata dei rifiuti che vede Lugo al primo posto in Regione tra i Comuni con più di ventimila abitanti e che comunque mira a migliorare l’attuale percentuale del 53% con il potenziamento del sistema di raccolta porta a porta concordato con la Provincia e Hera.
Il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili, a cominciare dall'installazione dei pannelli solari fotovoltaici sul tetto della nuova sede dei vigili urbani, dai lampioni fotovoltaici in molti incroci di campagna e dalla sostituzione di molti impianti di illuminazione pubblica obsoleti con moderne lampade a risparmio energetico.
Due nuove aree di sgambamento cani (zona acquedotto e Lugo ovest) e un progetto “amici a quattro zampe” a sostegno del canile comprensoriale nell’importante opera di prevenzione al randagismo (campagne di inserimento dei microchips).
L'agricoltura e l'alimentazione biologica con l'istituzione del mercato settimanale del venerdì sotto il Pavaglione e l'intenzione di aumentare i prodotti bio e locali nelle mense scolastiche.
Il sistema degli Acquisti Verdi per la pubblica amministrazione, mirato a ridurre i consumi e l'impatto ambientale del Comune di Lugo.
L'installazione delle biciclette pubbliche in vari punti strategici della città.
La sostituzione delle auto comunali a benzina o gasolio con auto a metano.
Il monitoraggio e il Piano di Risanamento della qualità dell’aria.
Il monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico e la delocalizzazione o il diniego a molte richieste di nuove antenne per la telefonia mobile avanzate dai Gestori.
L'inserimento del ripristino della tratta ferroviaria Massa-Budrio in tutti i documenti di pianificazione futura.
La crescita di eventi culturali come il caffè letterario e il sostegno al cinema di qualità, evitando la chiusura dei cinema di Lugo.
Il sostegno a spazi autogestiti di cultura giovanile.
La presenza dei Verdi ha portato anche a importanti modifiche al progetto di ampliamento del liceo scientifico, che sta avvenendo nello spazio prima dedicato al tennis e senza intaccare il Parco del Tondo, come in un primo tempo ipotizzato dalla Provincia e dalla precedente Giunta Comunale.
Importanti anche le modifiche migliorative del progetto, non compreso nel programma presentato agli elettori e non condiviso dai Verdi, di Via Villa lungo il Canale dei Molini.
I Verdi di Lugo si collocano, fin dagli anni ottanta, nel contesto dei Verdi europei e della loro cultura di governo, capace di proposte innovative per risolvere i sempre più gravi problemi ambientali.
Ogni battaglia contro scelte sbagliate ha sempre visto i Verdi fare proposte di soluzione.
Non a caso Lugo, dopo aver chiuso, anche grazie alle battaglie dei Verdi, un inceneritore obsoleto e inquinante (dopo aver finalmente bonificato di recente il sito su cui sorgeva grazie a un finanziamento regionale di quasi un milione di euro), oggi la nostra città è a un buon livello nella raccolta differenziata dei rifiuti.
Amministrare bene e con una prospettiva ecologista non è semplice.
Occorrerebbero molti più consensi ai Verdi di Lugo per poter essere ancora più decisivi e per poter costruire in modo partecipato proposte incisive di governo per i prossimi anni.
Anche nei rapporti con gli alleati di maggioranza conta molto, oltre alla capacità di avanzare proposte potenzialmente maggioritarie, anche la quantità di consensi elettorali.
Ma i Verdi di Lugo non sono soltanto un gruppo politico.
Sono il terminale di un fermento culturale che parte nella nostra città agli inizi degli anni ottanta con l'Università Popolare di Romagna, una delle prime università verdi d'Italia.
Da qui sono partiti messaggi culturali, sociali e politici ancora indispensabili, che hanno indirizzato professioni e stili di vita. Pensiamo in particolare all'agricoltura e all'alimentazione biologica, ma anche all'insegnamento, alle medicine non convenzionali, alle nuove tecnologie per le energie rinnovabili e il risparmio energetico.
Ci piace ricordare Jeremy Rifkin a Lugo, ma anche Aldo Sacchetti, Laura Conti, Gianni Mattioli, Antonio Cederna...
La nostra città ha avuto il privilegio di poter affrontare culturalmente in anticipo i temi che oggi sono prioritari per salvare noi stessi e il pianeta che ci ospita.
Dall'Università Popolare Di Romagna è poi sorto il Centro Studi sulla Romandiola Nord Occidentale ,che si occupa della storia del nostro territorio.
Le tristi e deplorevoli vicende attuali della dirigenza verde nazionale, alla quale i Verdi di Lugo si sono sempre opposti con forza, non deve in alcun modo contribuire a indebolire i Verdi di Lugo, che sono impegnati, con molti altri in Italia, a costruire un nuovo inizio dei Verdi, sul modello europeo.
Nelle moderne città europee sono sempre presenti i Verdi, spesso al governo.
Verdi che rifuggono da ogni estremismo, ma che credono fermamente nei loro principi ispiratori.
Verdi che fanno proposte e lavorano per realizzarle.
Verdi che trovano soluzioni ai problemi di oggi e a quelli del domani.
Verdi che propongono cambiamenti difficili, ma possibili e necessari, ragionevoli e vantaggiosi per tutti.
Lugo sarebbe più povera senza un movimento forte e maturo e attivamente presente nella scena politica. La nostra città e il nostro territorio hanno bisogno di un movimento ambientalista che possa orientare lo sviluppo verso quella sostenibilità che può garantire un futuro non solo accettabile, ma migliore per tutti, in armonia con l'ambiente che ci circonda. L'unico futuro possibile.
Per questo pensiamo che, aldilà di effimere mode anche politiche di demagogia e populismo, occorra costruire e sostenere un movimento verde, con salde radici locali, fondato sull'etica della responsabilità.
Per questo ci impegniamo da subito e nei prossimi mesi a sostenere i Verdi di Lugo nella costruzione di un programma per la prossima legislatura e nella realizzazione di tutte le iniziative necessarie per farlo conoscere ai cittadini.

Firmatari
Nome e Cognome – Professione – Città

1) Stefano Pirazzini – Dipendente bancario – Lugo
2) Mauro Cortesi – Agricoltore Biologico – Lugo
3) Livia Pelloni – Insegnante – Lugo
4) Gian Luca Baldrati – Consulente sicurezza sul lavoro – Lugo
5) Nevio Mini – Assistente Sociale – Lugo
6) Evelina Tabanelli – Coltivatore Diretto – Lugo
7) Giorgio Galletti – Statistico – Lugo
8) Franca Calderoni – Insegnante – Voltana
9) Oliviero Casella – Insegnante – Voltana
10) Mauro Bovoli – Insegnante – Ferrara
11) Giulio Galletti – Dirigente scolastico – Lugo
12) Flavia Martini – Insegnante – Lugo
13) Emanuele Gianstefani – Commerciante (Equinox) – Lugo
14) Lorena Baldini – Infermiera e docente di alimentazione olistica – Voltana
15) Marco Sangiorgi – Insegnante e critico letterario – Lugo
16) Giorgio Sangiorgi – Massaggiatore – Lugo
17) Gian Ruggero Manzoni – Scrittore e artista – Lugo
18) Piero Zama Nabendu – Operatore teatrale – Fusignano
19) Paolo Galletti – Università Popolare di Romagna – Lugo
20) Fernanda Useri – Ass. ECO – Lugo
21) Elena Tulli – Impiegata – Lugo
22) Silvia Guerra – Educatrice – Brisighella
23) Maria Pia Galletti – Educatrice – Lugo
24) Christian Grassi – Ass. Poderi di Romagna – Ravenna
25) Giorgio Ricci Garotti – Insegnante – Lugo
26) Monica Giovannini – Insegnante – Lugo
27) Fausto Bordini – Assessore Ambiente – Lugo
28) Giordana Caranti – Ex-insegnante – Massa Lombarda
29) Gabriele Serantoni – Portavoce Verdi Lugo – Lugo
30) Antonio Allegri – Dipendente bancario – Massa Lombarda
31) Alice Dosi – Impiegata – Lugo
32) Francesco Sangiorgi – Giudice di gara podismo – Lugo
33) Giuseppe Bellosi – Bibliotecario, scrittore, studioso di dialetto romagnolo – Fusignano
34) Piero Dosi – Pittore – Lugo
35) Pierina Gaudenzi – Pensionata – Lugo
36) Loris Tellarini – Agricoltore biologico Celti Centurioni – Bagnacavallo
37) Gianni Veggi – Romandiola – Lugo
38) Angelo Ravaglia – Impiegato – Lugo
39) Marco Martinelli – Regista teatro Le Albe – Ravenna
40) Elisa Francesconi – Bottega della Natura – Lugo
41) Claudia Francesconi – Bottega della Natura – Lugo
42) Franco Franciosi – Pensionato, dirigente sportivo – Lugo
43) Lorenzo Guerra – Commerciante Flexi, dj – Lugo
44) Carmine Della Corte – Grafico – Lugo
45) Paolo Zanzani – Dentista – Faenza
46) Virgilio Ricci – Direttore Terapia Antalgica – Lugo
47) Anna Mascanzoni – Insegnante – Lugo
48) Dolores Marangoni – Pensionata – Voltana
49) Costantino Sangiorgi – Impiegato – Voltana
50) Egidio Baldini – Pensionato – Voltana
51) Giovanna Baldini – Commessa – Voltana
52) Giorgio Ferri – Impiegato – Lugo
53) Giuliana Berardi – Infermiera – Lugo
54) Giovanni Nadiani – Scrittore, Docente universitario – Faenza
55) Enrico Civerra – Consulente legale e giurista – Fusignano
56) Cinzia Filippi – Impiegata – Lugo
57) Giuseppina Belletti – Impiegata – Lugo
58) Gabriel Stefanie Karin – Insegnante – Lugo
59) Tullio Ferro – Musicista, autore musiche Vasco Rossi e Lucio Dalla
60) Giancarlo Strocchi – Designer – Lugo
61) Corrado Cocco – Artigiano Bio
62) Quinto Francesconi – Pensionato – Bagnara di Romagna
63) Anna Maria De Nicola – Psicologa – Bagnara di Romagna
64) Jessica Bandini – Avvocato – Bagnacavallo
65) Giacomo Foschini – Avvocato – Lugo
66) Giovanna Buscaroli – Pensionata – Lugo
67) Efrem Bardelli – Gerontologo – Lugo
68) Franco Negrini – Cicloamatore – Lugo
69) Luciano Pezzi – Veterinario – Lugo
70) Oretta Costa – Impiegata – Bagnacavallo
71) Laura Liverani – Lugo
72) Raffaele Scialdone – Fotografo – Lugo

Per aderire all'appello inviare un'E-Mail all'indirizzo verdilugo@tiscali.it con i propri dati.

2 commenti:

  1. paolo galletti22 maggio 2009 18:18

    complimenti per il sito.
    aggiornatelo con le iniziative.
    e se qualcuno volesse aderire all'appello?
    Come può fare?
    paolo

    RispondiElimina
  2. Chi vuole aderire invia un'E-Mail a verdilugo@tiscali.it con i propri dati.
    Ho anche modificato la pagina, ora è scritto anche lì

    RispondiElimina