giovedì 27 gennaio 2011

I Verdi, questi "antipolitici"!

Ringraziamo il segretario comunale del PD, Giacomo Baldini, che ha ricordato alcuni importanti interventi dell'amministrazione lughese in campo ambientale, fortemente voluti da noi Verdi quando dell'amministrazione  precedente facevamo parte con l’assessore all’ambiente: l'aumento della raccolta differenziata, il risparmio energetico con l'installazione dei pannelli fotovoltaici e il regolamento sul rendimento energetico degli edifici e l'incremento del patrimonio di verde pubblico. Peccato che Baldini sia rimasto fermo al passato, quando cita questi interventi come se fossero stati realizzati dall' attuale amministrazione! Evidentemente lo stesso Baldini, pur criticandoci, finisce per portare esempi a conferma della tesi di una progressiva degenerazione delle politiche ambientali del Comune di Lugo.

Crediamo, invece, che il segretario comunale del PD abbia inserito per errore, tra gli importanti obiettivi messi a segno, il raccordo ferroviario per la centrale Unigrà. Colti dal dubbio siamo andati a verificare e... il raccordo non c'è! Secondo le prescrizioni obbligatorie per l'autorizzazione della centrale a olio di palma, il raccordo doveva essere realizzato entro il 31 ottobre 2009, ma non è ancora stato fatto.

Ci lascia, invece, un po' perplessi la dichiarazione di Baldini secondo la quale il PD di Lugo sta limitando la grande distribuzione per favorire i centri storici. Forse il segretario del PD lughese non si è accorto dell'imponente area commerciale che è sorta in questi anni fra Faenza e Cotignola e non conosce il progetto di costruzione del nuovo outlet. Immaginiamo quindi che il PD di Lugo non appoggerà Claudio Casadio, candidato Presidente Provinciale alle prossime elezioni, che ha voluto la grande espansione commerciale di Faenza.

Da perfetti “antipolitici” abbiamo informato il più grande partito della coalizione di centrosinistra della nostra uscita dalla maggioranza solo tramite la stampa. Ci scuserà il segretario Baldini, ma c'è stato un equivoco, abbiamo pensato che la nuova prassi fosse quella di comunicare attraverso la carta stampata, visto che pur facendo parte della coalizione che sosteneva questa amministrazione, abbiamo appreso solo dalla stampa, che il Comune di Lugo esprimeva parere favorevole all'ampliamento della centrale Unigrà da 49 a 58 MW elettrici, innalzando contemporaneamente i limiti di emissione, (consentendo in definitiva un aumento pari a 6 volte degli inquinanti emessi).

Infine non pretendiamo di porci come unici depositari di una sensibilità ecologista, ci mancherebbe altro. A parole, di ecologia ne parlano tutti nei propri programmi, da sinistra a destra. Quello che ribadiamo è che non ci sembra proprio che quest'enorme "sensibilità" ecologista del PD si stia attualmente traducendo in interventi concreti, anzi...

Se ci saranno azioni concrete di governo per la conversione ecologica allora sì che un dialogo sarà possibile.

Gabriele Serantoni


Verdi Lugo – Costituente Ecologista

2 commenti:

  1. Cliccando su questo link è possibile leggere la dichiarazione di Giacomo Baldini, Segretario del PD di Lugo
    http://pavaglionelugo.blogspot.com/2011/01/il-pd-commenta-luscita-dei-verdi.html

    RispondiElimina
  2. Gian Luca Baldrati1 febbraio 2011 15:10

    E' evidente che Baldini si sta arrampicando sugli specchi.
    La scelta dei Verdi di uscire dall'attuale maggioranza può essere più o meno apprezzata, ma è indubbio che questa Giunta abbia delle politiche ambientali degenerate. Non a caso il Sindaco Cortesi decise, non appena si insediò per il secondo mandato, di smembrare l'Assessorato all'Ambiente, inserendolo in parte nell'Assessorato ai Lavoro Pubblici e in parte in quello dell'Urbanistica. E' chiaro che chi intende l'ambiente come tagliare l'erba o far case, non può avere una visione moderna ed ecologista.

    RispondiElimina