giovedì 17 luglio 2014

“I dialetti vanno tutelati come i paesaggi”

indexLegge regionale sui dialetti. Bianchi e Galletti (Verdi): “I dialetti vanno tutelati come i paesaggi

“E’ stata approvata la nuova legge regionale sui dialetti sottoscritta dalla consigliera regionale dei Verdi Gabriella Meo, con un finanziamento iniziale di 50.000 euro. Si è rimediato finalmente al grave errore commesso lo scorso anno dall’Assemblea legislativa quando, nell’ansia di semplificare e sfrondare la normativa regionale, si era abolita la vecchia legge proposta nel 1994 proprio dai Verdi.”

Così i coordinatori regionali dei Verdi Arianna Bianchi e Paolo Galletti commentano l’approvazione della legge regionale sulla tutela e la valorizzazione dei dialetti dell’Emilia-Romagna.

“Facendo nostre la parole del grande italianista Ezio Raimondi, occorre ribadire che i dialetti vanno tutelati come i paesaggi. Oggi che Raimondi ci ha lasciato, noi continueremo nell’impegno di tutelare i paesaggi dell’anima, così come cerchiamo di fare con quelli naturali.”

“Anche la nuova legge affida all’Istituto regionale per i beni artistici, culturali e naturali (Ibacn) il compito di proteggere quello che a tutti gli effetti è un patrimonio storico e un bene culturale attraverso una serie di azioni e di interventi come premi e sovvenzioni per studi e ricerche, tesi di laurea e di dottorato, contributi per le associazioni impegnate nell’attività di tutela e diffusione dei dialetti regionali, convenzioni con università, centri di documentazione e ricerca, enti e associazioni, istituti scolastici.”

“E' prevista inoltre la costituzione di un comitato scientifico formato da undici esperti di dialetti locali, in rappresentanza dell’intero territorio regionale, a cui affidare compiti consultivi e propositivi rispetto alle azioni previste dalla nuova legge: il comitato sarà nominato dalla Giunta previo avviso pubblico, operando a titolo gratuito a supporto dell’Ibacn.”

“Ringraziamo il poeta e studioso Giuseppe Bellosi e tutti i cittadini e le associazioni che hanno fatto sentire la loro voce a favore dei dialetti, delle tradizioni e delle culture popolari.”

Ufficio stampa Verdi

1 commento:

  1. Sauro Casadei Lelli9 agosto 2014 12:10

    Sono fortemente interessato in quanto la nostra compagnia dialettale da tempo si occupa di divulgare e insegnare il dialetto ai ragazzi.

    RispondiElimina