giovedì 29 maggio 2014

Ringraziamenti

VerdiLa tornata elettorale del 25 maggio scorso è stata per tutti estremamente impegnativa, sia perché le elezioni Comunali sono state le più combattute della storia del Comune di Lugo, sia perché le elezioni Europee avevano assunto, in tutta Italia, anche un valore nazionale. 8 candidati Sindaco, 14 liste e oltre 300 candidati totali per i 24 seggi del Consiglio Comunale sono stati il vero evento e per questo ci complimentiamo con tutte le persone che hanno partecipato a questa disfida.
Il nostro risultato, schiacciato dal duello Renzi-Grillo a livello nazionale a da quello fra Ranalli e Verlicchi a livello locale, non è certo stato entusiasmante, soprattutto se si pensa alla quantità di battaglie affrontate prima del bailamme della campagna elettorale, battaglie che ci hanno visto, in molti casi, addirittura come unici protagonisti. Per questo ringraziamo tutti gli elettori che hanno deciso di votarci nella scheda delle Europee o in quella delle Comunali, malgrado la menzogna del “voto utile” avrebbe spinto verso altre scelte.
Le elezioni Europee, per la prima volta dal 2006, hanno visto tornare sulla scheda il simbolo dei Verdi. Il risultato nazionale, a parte alcuni casi eccezionali, come il 7% di Taranto, è stato piuttosto basso, 0,9%. Nella nostra circoscrizione, quella del nord-est, si è raggiunto l'1,1%, con Lugo, all'1,46%, che è una delle città in cui si è raggiunta una delle percentuali più elevate. Tranquillizziamo gli elettori che ci hanno votato dicendo che, molto probabilmente, grazie al ricorso che è già stato presentato, lo sbarramento del 4% verrà abolito, così come è già avvenuto in Germania e ci saranno europarlamentari Verdi anche italiani e che si uniranno ai Verdi Europei, il quarto partito in Europa.
Le percentuali sono state un po' più alte alle Comunali, 1,72% per in candidato Sindaco Serantoni e 1,75% per la lista. Inutili falsi trionfalismi, non si può negare che speravamo in numeri più significativi, però anche qui le percentuali sono state fra le più alte d'Italia.
Un piccolo commento sull'esito complessivo del primo turno delle Comunali, dato che per la prima volta negli ultimi 20 anni ci siamo presentati da soli e fuori dalla maggioranza di centrosinistra. Rileviamo che il PD ha raccolto più o meno gli stessi voti e la stessa percentuale di 5 anni fa, ma allora vinse al primo turno. Nel 2009 si presentò alle urne una coalizione ampia che era in continuità con la stessa che si presentò nel 2004 e che fu costruita mesi e mesi prima e fu il frutto di decine di riunioni fra le varie parti e di un programma largamente discusso. Oggi il delirio dell'autosufficienza e l'aver affrontato le elezioni senza prepararle per tempo ha portato il centrosinistra lughese a un risultato ben diverso.

1 commento:

  1. Paolo Galletti5 giugno 2014 17:06

    Bastava un poco di umiltà e lungimiranza per ricostruire con anticipo un centrosinistra ampio e con un programma innovativo ,adeguato ai tempi,per vincere al primo turno.
    Il delirio dell'autosufficienza porta a scarsi risultati.
    Governare una società complessa comporta anche la capacità di mettere insieme forze diverse e idee diverse che convergano su obiettivi comuni.

    RispondiElimina